Città (in)visibili: soggetti, sguardi

Giorgio De Marchis, Maria Paola Guarducci

Abstract


Scopo di questo numero di de genere è raccogliere una serie di interventi il più possibile eterogenei e interdisciplinari sul rapporto tra punto di vista e città, in cui la cifra di tale relazione sia data dalla commistione di una o più connotazioni dello ‘sguardo’ quali gender, classe sociale, status economico e/o giuridico, età, ecc. Si chiede perciò di esplorare quanto la polisemia delle metropoli - a qualunque latitudine e longitudine e in qualsiasi epoca storica - le renda, nella loro rappresentazione, luogo di integrazione o disintegrazione (o entrambi), di significati stabili o instabili (o entrambi); le definisca come territori di potere, desiderio, paura, scoperta, affettività, crescita, perdizione, anonimato, appartenenza, esclusione, successo o tragedia.

Full Text

PDF (English) PDF

Riferimenti bibliografici


Berger, John and Mohr, Jean. 1975. A Seventh Man. Harmondsworth: Penguin.

Brissac Peixoto, Nelson. 2003. Paisagens urbanas. São Paulo: Senac.

Calvino, Italo. 1974. Invisible Cities. Translated by William Weaver. San Diego, New York, London: Harvest.

Szymborska, Wisława. 2016. “Map.” In Map: Collected and Last Poems by Wisława Szymborska. Translated from the Polish by Clare Cavanagh and Stanisław Barańczak. Boston & New York: Mariner Book.




 

 

 

 

 

 

ISSN 2465-2415

 

Rivista pubblicata con il contributo di

Dipartimento di Scienze Politiche

 

 

 

Licenza Creative Commons
Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

 

Header: "Ally McBeal's Washroom". Ph. Enrica Picarelli